FacebookFacebook
InstagramInstagram

   

Voyager Patagonia

Un tour per vivere una terra incontaminata in cui la natura è protagonista.
Tour 11 Giorni / 8 Notti
Quota per persona in camera doppia da Euro 7.290

Voyager Patagonia

La Patagonia è una regione dell'America Latina tra Argentina e Cile. E' una terra in cui la natura è protagonista, dove paesaggi mozzafiato accompagnano costantemente il viaggiatore in ogni momento del viaggio. Un angolo di mondo segnato dal ghiaccio che entra nel cuore di chi la visita e lascia per sempre il suo segno.

Tour 11 Giorni / 8 Notti
Quota per persona in camera doppia da Euro 7.290 (volo da Roma Fiumicino incluso)

1° giorno ITALIA - BUENOS AIRES

Partenza dall'Italia in serata con arrivo previsto a Buenos Aires il giorno successivo.

2° giorno BUENOS AIRES (20 km)

Arrivo e incontro con la guida. Trasferimento in hotel e camera subito a disposizione. Buenos Aires è una città cosmopolita che mostra ad ogni passo l’influenza delle numerose correnti migratorie che l’hanno formata. In questo percorso conosceremo i luoghi più emblematici ed attrattivi della città e sarete protagonisti di una grande passione argentina: il calcio. La visita inizia dal luogo della seconda e definitiva fondazione della città nel 1581: quella che veniva chiamata la Plaza de Armas, oggi conosciuta come la Plaza de Mayo, centro storico, politico e culturale della città. La Piramide de Mayo, che si erge nel centro della piazza, è stato il primo Monumento Storico Nazionale inaugurato nel 1811. Intorno si possono ammirare la Casa Rosada, attuale sede del Potere Esecutivo Nazionale, il Cabildo, primo Municipio della città datato 1754 e che ancora oggi conserva le sue caratteristiche coloniali, e la Catedral Metropolitana. Il percorso continua per il quartiere di San Telmo, uno dei più antichi della città, abitato fino alla fine del secolo XIX da famiglie aristocratiche. Il quartiere, nel quale ogni domenica si concentra un mercato di antiquariato intorno a Plaza Dorrego, conserva intatto gran parte del suo patrimonio architettonico. Questa zona vive anche di notte in quanto vi si trovano varie “tanguerias”, ristoranti e bar. Dirigendosi a sud si arriva nel pittoresco e colorato quartiere portuario di La Boca, con la sua famosa strada Caminito, le cui particolari caratteristiche edilizie e costumi riflettono l’influenza dei cittadini europei che arrivarono alle sue coste verso fine del secolo XIX e lasciarono la loro impronta non soltanto nell’architettura caratterizzata dalle case di lamiere multicolori ancora oggi abitate, ma anche nella cucina delle tipiche “cantinas”. La Boca è pure la culla del grande calcio in Argentina in quanto qui sono nate le mitiche squadre del River Plate e Boca Juniors, quest’ultimo con il suo famoso stadio “la Bombonera”. Qui si visita il Museo de la Pasion Boquense dove si è testimoni dei numerosi trionfi raggiunti dalla famosa squadra del Boca Juniors. Poi si entra nel moderno quartiere di Puerto Madero, con i suoi antichi depositi portuari trasformati oggi in uffici, abitazioni, luoghi d’intrattenimento ed eleganti ristoranti con vista sul Rio de la Plata. Dopo aver ammirato la Plaza San Martin si accede all’esclusivo quartiere della Recoleta. Durante il percorso si percorre l’elegante Avenida Alvear. Il Cimitero della Recoleta sorprende il visitatore con la sua ricchezza architettonica e con la presenza di importanti personalità della vita sociale e politica argentina i cui resti qui giacciono, tra le quali si distingue Eva Peron. Accanto al cimitero si trovano la chiesa di Nuestra Seora del Pilar, l’antico convento oggi diventato il Centro Culturale Recoleta, il centro commerciale Buenos Aires Design ed il centro di esposizioni Palais de Glace. Il percorso si conclude a Palermo Chico, caratterizzato dalla sua ricca architettura francese e dai suoi affascinanti parchi. Rientro in hotel e relax. Trattamento: solo pernottamento.

3° giorno BUENOS AIRES - EL CALAFATE (30 km)

Al mattino molto presto trasferimento in aeroporto con solo autista ed imbarco sul volo per El Calafate. Arrivo e trasferimento con la guida in hotel per lasciare i bagagli. A seguire trasferimento privato e guida parlante italiano con destinazione il Ghiacciaio del Perito Moreno, situato nel Parco Nazionale Los Glaciares a 80 km dalla città di El Calafate. Da subito il viaggio riserva delle belle sorprese. Uscendo dalla città, sul lato destro del cammino, si può osservare il Lago Argentino con la Bahia Redonda, che presenta una grande varietà di specie di uccelli. Durante i primi 50 km, il tragitto si svolge attraverso la steppa patagonica. Quando si entra nel Parco Nazionale si percepisce invece un cambio drastico nella vegetazione che si arricchisce con specie tipiche del bosco andino-patagonico: specialmente faggi, lengas e ciliegi, tra i tanti. Il ghiacciaio è un impressionante fiume di ghiaccio con una superficie di 257 km quadrati, una lunghezza di trenta km ed un fronte di quattro km. L’altezza della parete frontale varia tra i 50 ed i 60 metri sul livello del lago. Nella parte centrale del ghiacciaio, il ghiaccio ha una profondità tra i 250 ed i 300 metri. Questo fiume congelato scende dal campo del ghiaccio continentale e provoca, durante il suo lento avanzare, distacchi e spaccature che fanno del ghiacciaio una meraviglia in continuo movimento. Si tratta di uno spettacolo che impressiona non soltanto per la sua bellezza visiva, ma anche per i costanti rumori che si sentono dal suo interno, che gli è valso la nomina di Patrimonio dell’Umanità. Durante l’escursione, una camminata lungo le passerelle situate di fronte al ghiacciaio, permette di ammirare questa imponente meraviglia della natura da diverse prospettive. Conclusa la visita, s’intraprende la via del ritorno a El Calafate per arrivare infine in hotel. Trattamento: prima colazione e cena.

4° giorno EL CALAFATE - ICE RIVER EXPRESS CRUISE - EL CALAFATE (100 km)

Trasferimento privato con solo autista dall’hotel fino a Punta Bandera, situata a 50 km da El Calafate, per imbarcarsi su un catamarano che navigherà lungo il braccio nord del Lago Argentino verso il Ghiacciaio Upsala, attraversando un’impressionante barriera di icebergs che si distaccano continuamente dal fronte del ghiacciaio, galleggiando sul lago profondo fino a 800 metri. Si continua la navigazione verso il Canale Spegazzini per osservare i ghiacciai Seco, Heim Sur e l’imponente Spegazzini, che si distingue per essere il più alto del Parco Nazionale, con i suoi 110 metri d’altezza sul livello dell’acqua, e per non presentare segni di arretramento. Ritorno al porto verso le ore 14 e trasferimento in hotel. Nota: *Durante l’escursione Ice River Express è previsto il servizio di guida collettiva parlante spagnolo/inglese. La compagnia di navigazione, se necessario, si riserva il diritto di modificare l’itinerario nel modo che ritenga più opportuno in base alle condizioni del lago e metereologiche. Rientro in hotel con trasferimento privato con solo autista. Cena in hotel. Trattamento: prima colazione e cena.

5° giorno EL CALAFATE - TRELEW - PUERTO MADRYN (70 Km)

In giornata trasferimento in aeroporto ed imbarco sul volo per Trelew. Arrivo e trasferimento con solo autista a Puerto Madryn. Sistemazione in hotel e pernottamento. Trattamento: prima colazione.

6° giorno PUERTO MADRYN - PENISOLA VALDES - PUERTO MADRYN (420 km)

Partenza al mattino presto da Puerto Madryn verso la Riserva Provinciale Penisola di Valdés. L’escursione, dell’intera giornata, prevede varie soste quali: Puerto Piramides e l’Estancia San Lorenzo. Tra le caratteristiche di questa azienda agricola, dove si effettuerà anche il pranzo, vi è l’opportunità di visitare la riserva di pinguini di Magellano, situata a 7 km dalla proprietà della Estancia stessa. A seguire si visita la riserva di Punta Norte, dove da Dicembre si possono osservare i leoni marini e, con un po’ di fortuna, le orche, e si prosegue verso Punta Cantor per osservare gli elefanti marini e la costa esterna della Penisola dove si può apprezzare la topografia della Caleta Valdés. Di ritorno a Puerto Madryn si effettua una sosta nell’Istmo Carlos Ameghino per visitare il centro di ricerca. Arrivo previsto a Puerto Madryn in tardo pomeriggio e sistemazione in hotel. Trattamento: prima colazione e pranzo.

7° PUERTO MADRYN - TRELEW - USHUAIA (80 km)

Al mattino molto presto trasferimento a Trelew ed imbarco sul volo per Ushuaia. Arrivo e incontro con la guida. Trasferimento in hotel. Trattamento: prima colazione.

8° giorno USHUAIA (30 km)

Al mattino partenza dall’hotel verso il molo turistico di Ushuaia con trasferimento privato e guida parlante italiano. Giunti al porto ci si imbarca su un catamarano per dirigerci verso l’Isla de los Lobos e l’Isla de los Pajaros, seguendo le acque del Canale di Beagle. Il percorso inizia navigando per la Bahia di Ushuaia da dove si ammira una vista splendida della città circondata dalle montagne. Alla fine della baia si attraversa il Paso Chico che indica l’inizio del mitico Canale di Beagle. Si costeggia il lato nord di questo canale, passando per l’Arcipelago Bridges, fino ad arrivare all’ Isla de los Pájaros, dove si possono ammirare le diverse specie di uccelli marini che abitano questa zona, come cormorani, albatros, anitre e gabbiani, tra i tanti. Più avanti si arriva all’Isla de los Lobos, dove risiede una colonia di leoni marini. Si tratta di un’occasione unica per ammirare nello stesso momento due tipi di leoni marini, e capire le loro differenze. Si arriva infine al Faro de Les Eclaireurs. Da qui inizia il rientro verso la città. Una volta sbarcati tempo a disposizione per il pranzo. Al pomeriggio partenza in direzione ovest verso il Parco Nazionale Terra del Fuoco, l’unico nel Paese che si affaccia sul mare. Qui si effettuerà una passeggiata con diverse soste in punti panoramici da cui si potrà ammirare il Canale di Beagle. La natura rigogliosa si manifesta nel bosco andino-patagonico, formato da diverse specie di alberi lengas, ciliegi, faggi, notros, ed altri ancora- e da diversi fiori come orchidee, violette e senecioni. Un percorso tra torba e dighe di castori conduce al Rio Lapataia ed alla Laguna Verde. Da qui si continua lungo la tratta finale della Ruta Nacional N°3 che finisce nella Bahia Lapataia. In questo luogo, i primitivi abitanti della zona hanno lasciato la loro testimonianza nei “concheros”, incredibili giacimenti archeologici che regalano interessanti informazioni sui loro antichi costumi. Da qui inizia il rientro a Ushuaia, facendo una sosta lungo la strada per ammirare il Lago Roca, caratterizzato dal colore delle sue acque, che varia a seconda del tempo. Finita l’escursione si rientra in hotel. Trattamento: prima colazione.

9° giorno USHUAIA - BUENOS AIRES (20 km)

Al mattino trasferimento in aeroporto con solo autista ed imbarco sul volo per Buenos Aires. All’arrivo trasferimento in hotel. Ripartenza dall’hotel nel tardo pomeriggio e passeggiata sino al locale El Querandi dov’è prevista una lezione di tango di 1 ora. Il Tango è per eccellenza la musica di Buenos Aires. Le sue origini risalgono al 1880. Il suo luogo di nascita fu negli “arrabales”, abitati da immigrati italiani e spagnoli, neri e gauchos. Da questo incrocio di popolazioni nacquero i “compadritos”, che nelle loro composizioni, nelle parole e nella danza hanno rispecchiato il duello dei “cuchilleros”, caratteristico del loro ambiente sociale. Il Tango nacque come una mescolanza di ritmi cubani, spagnoli, un po’ di polka e, come dicono alcuni, anche un po’ di musica africana. Le sue parole, dificili da comprendere e impossibili da tradurre, sono profondamente poetiche. Ognuna di loro ha qualcosa da raccontare sulla città, sulla sua storia e sulla sua gente. Nonostante le sue origini umili, negli anni venti il tango abbandonò i bordelli ed i bassifondi per entrare nei saloni delle classi alte. Nel 1920, un’antica casa coloniale si trasformò nel tradizionale bar “El Querandi” con la sua facciata Art Deco, la sua boisserie in legno scuro e le sue colonne salomoniche. Per sessant’anni fu un punto di ritrovo per scrittori, artisti e studenti. Oggi invece questo angolo emblematico di Buenos Aires è diventato uno di quei posti magici della città dove lo spirito del passato ritorna e si incontra con i suoi abitanti e coloro che vengono a visitarlo. Si tratta di un posto ideale affinché il visitatore possa godersi una cena eccellente ed uno spettacolo molto tradizionale. Al termine dello spettacolo, ritorno all’hotel a piedi. Arrivo e trasferimento in hotel. Trattamento: prima colazione e cena

10° giorno BUENOS AIRES - ITALIA

In giornata trasferimento in aeroporto con solo autista. Volo di rientro per l'Italia con arrivo previsto per il giorno successivo.
Trattamento: prima colazione

La quota comprende:
VOLI INTERNI: 4
GUIDA: locale parlante italiano*
PASTI INCLUSI: 8 prime colazioni, 1 pranzo e 2 cene
PARTENZE: minimo 2 massimo 20 partecipanti
STAY CONNECTED Connessione wi fi gratuita in tutti gli hotel previsti durante l'itinerario

La quota non comprende:
Tutto quanto non espressamente menzionato alla voce “Le quote comprendono”.

RICHIEDI INFORMAZIONI

I nostri contatti: Tel: 0423 293411 • Fax: 0423 302672

Compila il form per entrare in contatto con noi.