FacebookFacebook
InstagramInstagram

Air France, KLM, Delta e Virgin Atlantic

Sono una potenza di fuoco e la loro alleanza, meglio nota come joint venture transatlantica, è destinata a scombinare i piani dei competitor sull’asse pregiato delle rotte tra Europa e Stati Uniti.

Dell’accordo tra Air France, Klm, Delta e Virgin Atlantic si è parlato a lungo: per quanto riguarda l’Italia, in particolare, per l’esclusione di Alitalia dal patto, uno dei nodi che ha contribuito a fare saltare il banco all’epoca della ricerca dell’intesa tra Fs, Atlantia e Delta. Ora però l’armata può davvero partire dopo avere terminato dimettere a punto la macchina in tutti i dettagli.

I dettagli
La data precisa è il 23 febbraio, tra poco più di una settimana. Da quel giorno si inizierà con la condivisione deiprogrammi frequent flyer e la messa a disposizione dei passeggeri, tra tutti, di oltre 100 lounge aeroportuali.E poi l’atteso schedule. Il gruppo anticipa che insieme riusciranno a garantire fino a 341 voli giornalieri, con le10 rotte più richieste coperte con una formula praticamente non stop. Poi i voli in connessione: 238 destinazioni negli Stati Uniti e 98 nel Vecchio Continente. Infine uno share di mercato del 23 per cento. A livello economicoper le quattro compagnie significherà l’ingresso nelle casse di un totale di 13 miliardi di dollari. E questi sono solamente i NUMERI DI PARTENZA.