FacebookFacebook
InstagramInstagram

   

Ryanair e i frequent flyer

“Non sarà un programma frequent flyer come quello delle altre compagnie”. Così il chief marketing officer di Ryanair Kenny Jacobs aveva battezzato il piano denominato Choice, annunciato a inizio anno come parte del piano di miglioramento dell’offerta nei confronti dei clienti, una volta denominato Always Getting Better (Agw).

Sull’argomento il vettore ha poi fatto scendere il più assoluto silenzio in attesa dell’avvio vero e proprio, fissato per agosto. Nell’attesa di capire quali saranno gli sviluppi su questo fronte (in passato non sono mancati casi di rinvii e cancellazione dei piani) ecco quali dovrebbero essere i punti salienti del progetto Choice.

I primi dettagli
Quello del vettore low cost sarà un programma a pagamento, con una fee annua fissata a 199 euro (o 199 sterline, ignorato il cambio valuta); la compagnia stima che il costo possa essere ammortizzato dagli iscritti già con 7-8 viaggi.

Tra i plus, riassume Simple Flying, la possibilità di scelta del posto a bordo sempre, anche se Ryanair non darà la possibilità di scegliere i sedili con l’extra legroom; che resteranno quindi a pagamento. I membri inoltre potranno utilizzare il priority boarding: per questo non dovranno pagare extra, ma non avranno priorità nella coda dedicata.

Tra gli altri punti del nuovo progetto emerge anche quello legato alle prenotazioni, per le quali la compagnia ha inserito un periodo di 48 ore durante il quale i clienti potranno effettuare delle modifiche (in particolare quelle legate ai nominativi) senza costi aggiuntivi.

VI TERREMO AGGIORNATI!!!